Associazione Italiana Nucleare

Ti trovi in: Home // Bufale Nucleari, In generale // Molti paesi industriali, come la Svezia, la Germania e l’Olanda, hanno già deciso di uscire dal nucleare

Molti paesi industriali, come la Svezia, la Germania e l’Olanda, hanno già deciso di uscire dal nucleare

La bufala

“Molti paesi industriali, come la Svezia, la Germania e l’Olanda, hanno già deciso di uscire dal nucleare”

La realtà

I paesi che in passato avevano deciso (ma solo per motivi politici) di uscire (gradualmente) dal nucleare hanno successivamente annullato quelle scelte.

Nel 1988 il governo svedese (che comprendeva i Verdi) decise di uscire dal nucleare spegnendo gradualmente i 12 reattori in funzione. Negli anni successivi furono spente le due unità più vecchie. Nel febbraio 2009 il governo ha revocato definitivamente quella decisione (con il consenso del 62% degli svedesi) e sta attualmente pianificando la costruzione di 10 nuovi ereattori.

Nel 2002 il governo tedesco (che comprendeva i Verdi) decise di limitare in media a 32 anni la vita utile degli impianti nucleari tedeschi, spegnendoli gradualmente. Attuando quel programma l’ultimo reattore tedesco sarebbe stato spento nel 2027. Il 25 gennaio 2010 il nuovo governo tedesco ha deciso di sospendere la decisione e di prolungare di 25 anni l’esercizio delle 17 centrali in funzione.

Nel 1994 il governo olandese (che comprendeva i Verdi) decise di spegnere nel 2003 l’unico reattore in funzione nel paese. Nel 2003 il reattore non è stato spento e nel 2006 il governo ha annullato la decisione autorizzando l’impianto a prolungare l’esercizio fino al 2034. Nel settembre 2008 l’esercente della centrale ha chiesto l’autorizzazione a costruire nel medesimo sito un secondo reattore.

La verità è che l’Italia è l’unico paese al mondo ad avere fermato tutti gli impianti nucleari in funzione.

Tutte le bufale nucleari

comment closed

Informazioni legali - Associazione Italiana Nucleare
Mappa del sito - Feed RSS
popstrap.com