Associazione Italiana Nucleare

Ti trovi in: Home // Bufale Nucleari, In generale // Il governo vuole imporre gli impianti nucleari scavalcando le Regioni. Undici Regioni hanno già presentato ricorso alla Corte Costituzionale

Il governo vuole imporre gli impianti nucleari scavalcando le Regioni. Undici Regioni hanno già presentato ricorso alla Corte Costituzionale

La bufala

“Il governo vuole imporre gli impianti nucleari scavalcando le Regioni. Undici Regioni hanno già presentato ricorso alla Corte Costituzionale”

La realtà

Il concorso dello Stato e delle Regioni nel processo di localizzazione e autorizzazione degli impianti energetici di tutti i tipi è regolato dal Titolo V della Costituzione.

Quest’ultimo prevede che gli strumenti di pianificazione regionali si uniformino agli strumenti di pianificazione statali, e non il contrario.

La legge 99/2009 e il decreto legislativo approvato dal Consiglio dei Ministri il 10.02.2010 fissano le regole che presiedono all’iter di pianificazione, localizzazione e autorizzazione degli impianti nucleari, cui le Regioni debbono adeguarsi.

Gli strumenti citati non prevedono alcuna forma di coercizione. Nel corso dei procedimenti autorizzativi sono regolarmente interpellati (e più volte) sia le Regioni (direttamente e attraverso la Conferenza Unificata) sia i Comuni interessati, che devono esprimere il proprio accordo in fase di definizione dei criteri di scelta delle aree, in fase di scelta dei siti e in fase di autorizzazione degli impianti.

L’esercizio dei poteri sostitutivi da parte del Consiglio dei Ministri e del Presidente della Repubblica è previsto solo nel caso in cui le Regioni o i Comuni neghino senza una giustificazione valida le autorizzazioni di loro competenza.

Al fine di stimolare il consenso in ambito locale, le norme prevedono anche benefici economici a vantaggio delle popolazioni, delle imprese e delle Amministrazioni. Tali benefici sono posti a carico di chi realizza gli impianti.

Il ricorso delle Regioni, per quanto sopra palesemente infondato, ha motivazioni esclusivamente elettorali: basti ricordare che è stato presentato prima ancora che il Governo – con il decreto approvato il 10.02.2010 – definisse le modalità di coinvolgimento delle Regioni e dei Comuni.

Il Governo ha a sua volta presentato ricorso alla Corte Costituzionale chiedendo l’annullamento delle leggi regionali approvate da tre Regioni che vietano unilateralmente – in evidente violazione del Titolo V della Costituzione – l’insediamento di impianti nucleari.

Tutte le bufale

comment closed

Informazioni legali - Associazione Italiana Nucleare
Mappa del sito - Feed RSS
popstrap.com