Associazione Italiana Nucleare

Ti trovi in: Home // Bufale Nucleari, Salute e Ambiente // Intorno alle centrali nucleari aumentano i casi di leucemia. Ciò è stato scientificamente dimostrato dall’epidemiologo Wolfgang Hoffmann nell’area circostante l’impianto tedesco di Krümmel, dove si è rilevata un’incidenza di leucemia infantile 4 volte superiore alla media nazionale

Intorno alle centrali nucleari aumentano i casi di leucemia. Ciò è stato scientificamente dimostrato dall’epidemiologo Wolfgang Hoffmann nell’area circostante l’impianto tedesco di Krümmel, dove si è rilevata un’incidenza di leucemia infantile 4 volte superiore alla media nazionale

La bufala

“Intorno alle centrali nucleari aumentano i casi di leucemia. Ciò è stato scientificamente dimostrato dall’epidemiologo Wolfgang Hoffmann nell’area circostante l’impianto tedesco di Krümmel, dove si è rilevata un’incidenza di leucemia infantile 4 volte superiore alla media nazionale”

La realtà

Nell’area di Krümmel, che ospita una centrale e un centro di ricerca nucleare, si sono registrati nel periodo 1990-2005 14 casi di leucemia contro i 4 statisticamente attesi su base epidemiologica nazionale (relativi quindi all’incidenza media nell’intera Germania).

Se i casi in eccesso derivassero effettivamente da un’esposizione alla radioattività, questo parametro sarebbe nettamente superiore.

Uno studio sui biomarcatori della radioattività condotto nel 2001 e volto ad evidenziare l’eventuale esposizione della popolazione a dosi anomale di radioattività ha dato risultati negativi.

Un tentativo condotto nel 2004 di porre in relazione l’eccesso con le dosi derivanti dal normale funzionamento degli impianti nucleari ha dato risultati negativi, dimostrando che le suddette dosi sono inferiori di ordini di grandezza rispetto a quelle che giustificherebbero i casi di leucemia in eccesso.

Sempre nel 2004, una commissione istituita dallo stato della Bassa Sassonia ha tentato di mettere in relazione l’eccesso con un rilascio accidentale di radionuclidi che ha ipotizzato fosse avvenuto nel 1986, concludendo tuttavia che non c’era alcuna evidenza di un simile rilascio.

In uno studio pubblicato nel 2007 da Wolfgang Hoffmann l’epidemiologo scrive testualmente: “There remains substantial uncertainty about the factors that explain the persistently high rate of childhood leukemia in the Elbmarsch region of Germany”. http://www.ehponline.org/members/2007/9861/9861.pdf

In sostanza, nella regione di Krümmel si rileva un’incidenza anomala di casi di leucemia infantile (che rientra comunque nelle oscillazioni rispetto alla media nazionale tedesca) ma non se ne conosce la causa, che allo stato attuale delle evidenze scientifiche non può essere attribuita agli impianti nucleari di Krümmel.

Non è stato finora condotto alcuno studio finalizzato a porre in relazione i casi di leucemia con l’elevato tasso di inquinamento (non radiologico ma chimico) dell’area intensamente industrializzata di Amburgo.

Tutte le bufale nucleari

comment closed

Informazioni legali - Associazione Italiana Nucleare
Mappa del sito - Feed RSS
popstrap.com