Associazione Italiana Nucleare

Ti trovi in: Home // Bufale Nucleari, Economia, Rifiuti // Lo smantellamento degli impianti nucleari ha costi in gran parte sconosciuti e comunque insostenibili per le imprese, ed è quindi addebitato ai cittadini. Le somme accantonate dall’Enel per lo smantellamento delle centrali italiane sono risultate insufficienti e i costi sono addebitati sulla tariffa elettrica

Lo smantellamento degli impianti nucleari ha costi in gran parte sconosciuti e comunque insostenibili per le imprese, ed è quindi addebitato ai cittadini. Le somme accantonate dall’Enel per lo smantellamento delle centrali italiane sono risultate insufficienti e i costi sono addebitati sulla tariffa elettrica

La bufala

“Lo smantellamento degli impianti nucleari ha costi in gran parte sconosciuti e comunque insostenibili per le imprese, ed è quindi addebitato ai cittadini. Le somme accantonate dall’Enel per lo smantellamento delle centrali italiane sono risultate insufficienti e i costi sono addebitati sulla tariffa elettrica”

La realtà

I costi di smantellamento degli impianti nucleari sono ben noti, in quanto molti reattori nucleari della prima generazione sono stati già interamente smantellati. Per gli impianti ad acqua leggera (PWR, BWR) sono di 1.500-2.500 euro/kW; per gli impianti a gas di tecnologia inglese (GCR) 3.500-4.000 euro/kW.

I costi di smantellamento di un impianto nucleare non sono a carico dei cittadini ma dell’esercente dell’impianto, che deve portarli in conto nel prezzo di vendita del kWh prodotto in modo da costituire, durante l’esercizio dell’impianto, la somma necessaria.

Non si tratta di costi particolarmente significativi: la loro incidenza è di circa 0,2 c$ per kWh prodotto.

Il meccanismo di accantonamento è stato correttamente applicato anche dall’ENEL per le centrali nucleari italiane. Ma essendo state queste fermate prima della fine della vita utile, la somma accantonata non era sufficiente per coprire i costi di smantellamento, che sono attualmente coperti attraverso un’addizionale sulla componente A2 della tariffa elettrica.

Se le centrali nucleari italiane non fossero state fermate anzitempo il problema non ci sarebbe stato.

Tutte le bufale nucleari

comment closed

Informazioni legali - Associazione Italiana Nucleare
Mappa del sito - Feed RSS
popstrap.com