Associazione Italiana Nucleare

Ti trovi in: Home // Bufale Nucleari, Incidenti, Sicurezza // Gli impianti nucleari sono a rischio di attentati terroristici, dai quali non sono protetti. Il reattore EPR non è in grado di resistere alla caduta di un aereo

Gli impianti nucleari sono a rischio di attentati terroristici, dai quali non sono protetti. Il reattore EPR non è in grado di resistere alla caduta di un aereo

La bufala

“Gli impianti nucleari sono a rischio di attentati terroristici, dai quali non sono protetti. Il reattore EPR non è in grado di resistere alla caduta di un aereo”

La realtà

Gli impianti nucleari sono esposti ad attacchi terroristici al pari di altre grandi infrastrutture (come ad esempio gli impianti chimici e petrolchimici, le raffinerie, i porti, gli aeroporti, le stazioni, gli stadi sportivi) dove un attentato potrebbe produrre effetti molto gravi.

A differenza della maggior parte degli altri impianti, che sono vulnerabili e non dispongono di protezioni specifiche, gli impianti nucleari sono per loro natura molto più resistenti e sono inoltre protetti in modo specifico.

Gli impianti nucleari sono protetti da una prima barriera costituita dalla recinzione sorvegliata che delimita l’area di proprietà e da una seconda barriera costituita da una doppia recinzione antisfondamento sensorizzata e allarmata che circonda l’impianto vero e proprio. All’interno l’impianto è provvisto di ulteriori barriere con gerarchie di accesso diversificate. Tutto ciò serve ad impedire che persone non autorizzate entrino nelle aree più delicate dell’impianto.

Le strutture di una centrale hanno caratteristiche di alta resistenza imposte dall’esigenza di garantire la sicurezza nucleare in caso di eventi estremi quali i terremoti, i tornado e perfino le onde di tsunami. Le strutture sono progettate per resistere anche alle sollecitazioni interne che possono verificarsi in caso di incidente della massima gravità. Queste caratteristiche sono tali da far sì che la centrale sia in grado di resistere in condizioni di sicurezza a qualsiasi evento sia interno che esterno.

Nel 2008 l’Autorità di sicurezza nucleare americana (NRC) ha imposto che nell’analisi di sicurezza dei nuovi impianti nucleari sia presa in considerazione anche la caduta di un grande aereo di linea. I reattori della terza generazione avanzata (come l’EPR e l’AP1000) sono dunque specificamente progettati anche per resistere a un simile evento.

Tutte le bufale nucleari

comment closed

Informazioni legali - Associazione Italiana Nucleare
Mappa del sito - Feed RSS
popstrap.com