Centrali UE sicure, ma occorre migliorare

  • Le misure di sicurezza degli impianti nucleari in Europa sono generalmente di alto livello, ma la Commissione raccomanda di apportare ulteriori miglioramenti.
  • Le autorità nazionali non ritengono giustificata la chiusura di centrali nucleari.

Sono queste le conclusioni rese note dall’esecutivo UE che, il 4 ottobre scorso, ha presentato i risultati dei test di resistenza degli impianti nucleari.

I test di resistenza si sono svolti in tre fasi:

1) L’autovalutazione;

2) un controllo da parte delle autorità di regolamentazione;

3) un’analisi condotta da equipe multinazionali che hanno visitato i siti delle centrali nucleari.

17 paesi hanno partecipato pienamente ai test di resistenza (tutti i 14 paesi UE dotati di centrali nucleari attive, la Lituania con una centrale in fase di disattivazione,   l’Ucraina e la Svizzera)

(Fonte: RADIOCOR) 

Condividi questa notizia!
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Lascia un commento