Conti (ENEL):”Abbiamo bandito in modo troppo affrettato la capacità nucleare”

 ”Abbiamo bandito in modo troppo affrettato la capacità nucleare” in Europa.Lo afferma l’amministratore delegato di Enel, Fulvio Conti, in occasione del convegno sul cambiamento delle politiche energetiche dell’UE organizzato da dieci tra le principali compagnie europee del settore.

”La Germania e i paesi del Benelux hanno deciso di abbandonare il nucleare, e oggi i tedeschi hanno costi extra pari a venti miliardi di euro, e in Benelux dieci”. In Europa, continua Conti, ”viviamo una situazione paradossale: abbiamo una capacita’ energetica in abbondanza con prezzi elevati”.

L’ad di Enel lascia intendere che il ricorso al nucleare potrebbe essere una soluzione al problema. ”La Germania ha venti miliardi di costi extra quando gli impianti che sono fermi potrebbero produrre energia a basso costo”.

(FONTE: ASCA)

Condividi questa notizia!
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Lascia un commento