Associazione Italiana Nucleare

Ti trovi in: Home // AGENZIE // GIAPPONE, PIÙ VICINA L’IPOTESI DI RIAVVIO DEI REATTORI

GIAPPONE, PIÙ VICINA L’IPOTESI DI RIAVVIO DEI REATTORI

La fase per il riavvio dei reattori nucleari in Giappone, fermati per le ispezioni ordinarie e poi bloccati a causa della crisi della centrale di Fukushima, e’ piu’ vicina: la Nuclear Safety Commission (Nsc), la commissione indipendente per la sicurezza nucleare, ha dato il via libera ai risultati degli stress test delle unita’ 3 e 4 della centrale di Oi (prefettura di Fukui), gestite dalla Kansai Electric Power.

”La prima fase delle prove ha permesso di verificare che le misure di emergenza adottate dovrebbero contribuire a prevenire incidenti che possono derivare da disastri naturali”, ha scritto la Nsc in una nota.

Con gli ultimi due reattori su 54 in funzione e destinati a essere fermati al piu’ tardi agli inizi di maggio, governo e Bank of Japan (BoJ) hanno espresso a vario titolo i timori sul fatto che la mancanza di energia nucleare, in passato fonte del 30% produzione elettrica del Giappone, danneggerebbe il settore industriale, incoraggiando le imprese alla delocalizzazione.

L’Authority principale del governo, l’Agenzia per la sicurezza nucleare (Nisa), ha approvato l’8 febbraio i risultati dei test ai reattori di Oi e, dopo l’ok della Nsc, la palla passa all’esecutivo del premier Yoshihiko Noda, che ha gia’ anticipato nei giorni scorsi la volonta’ di chiedere l’approvazione al riavvio da parte delle comunita’ locali solo dopo un esame approfondito fatto insieme ai ministri competenti del suo gabinetto. (ANSA)

Tags: ,

Lascia un commento

Devi aver effettuato l'accesso per commentare.

Informazioni legali - Associazione Italiana Nucleare
Mappa del sito - Feed RSS
popstrap.com