Giappone, senza i reattori di Fukushima rischio di un’ insufficiente fornitura di energia

Le compagnie elettriche giapponesi stanno chiedendo al governo di Tokyo di far ripartire i reattori nucleari fermati dopo il disastro di Fukushima, sottolineando il rischio di una insufficiente fornitura di energia rispetto alla domanda nel periodo estivo.

Secondo le stime delle compagnie elettriche nei mesi di luglio e agosto le regioni orientali del Paese dovrebbero soffrire un deficit del 3,6% nelle ore di picco, mentre quelle occidentali registrerebbero invece un’eccedenza del 3,7%: tuttavia le diverse norme in vigore non rendono possibile un trasferimento di energia.

(Fonte: TMNEWS)

Condividi questa notizia!
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Lascia un commento