Associazione Italiana Nucleare

Ti trovi in: Home // AGENZIE, In primo piano // La nuova Direttiva UE sulla sicurezza nucleare

La nuova Direttiva UE sulla sicurezza nucleare

Controlli obbligatori a livello europeo ogni sei anni, controlli nazionali ogni dieci, requisiti più stringenti per la costruzione di nuovi reattori e sistemi più efficienti di risposta in caso di incidenti.

Sono questi alcuni degli elementi principali della nuova direttiva UE sulla sicurezza nucleare presentata il 13 giugno scorso dalla Commissione europea,  alla luce dei risultati degli stress test condotti sulle centrali nucleari europee.

Ogni sei anni, in parallelo con i tempi di revisione delle norme sulla sicurezza nucleare dell’ AIEA, dovranno essere effettuati controlli su questioni specifiche scelte dagli stati membri o, in caso di mancato accordo, dalla Commissione UE, e condotti da team di esperti indipendenti.

Dipende dagli stati membri decidere se vogliono produrre energia nucleare o meno, ma il fatto e’ che a oggi ci sono 132 reattori in Europa – ha sottolineato il commissario UE all’energia Guenther OettingerIl nostro compito e’ assicurarci che sia data la massima priorità alla sicurezza in ciascuno di questi”.

Oltre alla ‘peer review’ europea ci dovranno essere controlli nazionali almeno una volta ogni 10 anni e verifiche specifiche ulteriori in caso di rinvio di spegnimento di un reattore.

L’obiettivo di Oettinger e’ che la direttiva sia approvata ‘‘prima delle elezioni europee del 2014” e che quindi ”possa diventare legge l’anno prossimo”.

(Fonte:ANSA)

Lascia un commento

Devi aver effettuato l'accesso per commentare.

Informazioni legali - Associazione Italiana Nucleare
Mappa del sito - Feed RSS
popstrap.com