Commissione Europea e nucleare: uno storico passo avanti

L’Associazione Italiana Nucleare accoglie con grande favore una decisione storica della Commissione Europea: l’inclusione della tecnologia nucleare nel novero delle sorgenti energetiche necessarie per il raggiungimento dell’obiettivo al 2040 di ridurre le emissioni di gas ad effetto serra del 90% rispetto a quelle del 1990.

In tale ambito, la Commissione Europea ha anche lanciato la European Industrial Alliance on Small Modular Reactor che, assieme alle altre tecnologie energetiche a basso contenuto di carbonio, consentirà all’Europa di migliorare la propria indipendenza energetica nonché di accelerare nel processo di decarbonizzazione dell’intero settore energetico. La nuova iniziativa è di estremo interesse anche per l’industria italiana che è già ben posizionata in Europa per la partecipazione ai progetti di sviluppo e realizzazione di SMR. L’esperienza che verrà acquisita avrà una benefica ricaduta per le future realizzazioni in Italia, consentendo di massimizzare il contributo dell’industria nazionale e di ridurre tempi e costi per un nostro rientro nel settore.

A breve sarà pubblicato un bando per l’adesione all’Alleanza. Tutte le organizzazione giuridiche pubbliche e private che soddisfano una serie di criteri di ammissibilità possono richiedere l’adesione a questa Alleanza. Inoltre, in marzo 2024 si terrà un evento di divulgazione dell’iniziativa che riguarderà la portata, gli obiettivi e le attività dell’Alleanza.

 

Per approfondire:

https://www.nucleareurope.eu/press-release/commission-launches-european-industrial-alliance-on-smrs/
https://www.nucleareurope.eu/press-release/nucleareurope-welcomes-net-zero-industry-act-provisional-deal/

 

Lascia un commento